Agropoli-Savoia 1-3. Feola: "Partita esemplare"
Scarpa: "Altro che Nocera, io li porterei al San Siro"

 

Agropoli - Volti distesi a fine match tra gli uomini di Feola. Meloni, autore di un'altra doppietta decisiva, ha delle dediche speciali per le sue reti. "Vorrei dedicare il primo gol ad Alfredo Albergatore (figlio di un tifoso storico che in settimana è stato vittima di un incidente, ndr), augurandogli una rapida guarigione, mentre la seconda rete è per mio nipote Renato, appena nato, con l'augurio che possa diventare un grande calciatore". Meloni ha anche salutato Domenico De Vito che per la seconda settimana, dopo Pomigliano, aveva indovinato pronostico e marcatore. La testa, però, è già al derby con la Cavese. "Oggi è stata una vittoria importantissima, la quinta: da domani, però, pensiamo già a preparare la prossima partita, sperando di cogliere il sesto successo nel derby con la Cavese".

Nino Guarro, ex capitano dei bianco-scudati al quale i tifosi hanno consegnato una targa poco prima delll'inizio del match si è ritrovato a giocare contro il suo Savoia dopo due stagioni in biancoscudato in cui ha collezionato 60 presenze e 31 reti. "L'affetto dei tifosi di Torre mi ha emozionato particolarmente: vorrei ringraziare i sostenitori oplontini per il loro 'regalo'". "Per quel che concerne la partita, sapevamo di incontrare una squadra forte, forse potevamo fare di più: nell'occasione del raddoppio il Savoia è stato fortunato".

I meriti per il filotto di vittorie va condiviso tra calciatori e tecnico. Lazzaro Luce ha sottolineato il lavoro di tutto lo staff tecnico. "In questo inizio di campionato si vede la mano di Feola: siamo una grande squadra e i complimenti vanno al mister ma anche a tutto lo staff tecnico che lavora per preparare il gruppo sia fisicamente che psicologicamente". Anche ad Agropoli il presidente Luce si è accomodato nel settore ospiti insieme ai tifosi. "Il pubblico di Torre è stato eccezionale, sarà sempre al loro fianco se si comporteranno così. L'esultanza di Vitale è comprensibile solo fino ad un certo punto: un professionista non dovrebbe lasciarsi andare ad episodi del genere".

Gli ultimi a commentare la gara sono stati Feola e il capitano dei bianchi Scarpa. Il tecnico ha elogiato tutti, titolari e non. "La squadra ha giocato una partita esemplare contro un avversario forte. Sono soddisfato perché i sacrifici che facciamo ogni giorno lavorando duramente stanno dando i frutti sperati. Mi dispiace tener fuori calciatori come Bizzarro, Criscuolo ed Esposito: tutti meriterebbero di giocare, ma purtroppo devo sceglierne solo undici. La nostra vera forza è il gruppo e il fatto che tutti si fanno trovare pronti quando sono chiamati in causa.

Capitan Scarpa vuole vincere con la squadra della sua città. "Voglio vincere il campionato ed è per questo che mi sacrifico per il bene della squadra e per i tifosi che meritano ben altre categorie". 'Scarpa portaci a Nocera' è il coro più in voga. "Fosse per me, li porterei al San Siro. Scherzi a parte, ce la sto mettendo tutta per accontentarli".


(Nicola Cocola)

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi