Arrestato Gianni De Vita, ex consulente di Manca
Maxi-inchiesta della Procura di Napoli. Indagati anche due parlamentari

 

NAPOLI - Questa mattina è finito in manette Gianni De Vita, ex consulente di Quirico Manca e dell'AC Savoia 1908.

Nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Napoli sono finite agli arresti, oltre a De Vita, altre quattro persone: l'ex sindaco di Casavatore Salvatore Sannino,  il giordano Alì Rashed Mohmoud Rahid Al Omleh, Andrea De Vita e Raffaele Iovine. 

De Vita è accusato di aver favorito l'accreditamento di un'azienda partenopea, protagonista di diverse truffe aggravate, presso la Regione Campania 'sfruttando' la sua amicizia con Stefano Caldoro. Ad incastrare il commercialista napoletano, diverse intercettazioni.

De Vita aveva legato il suo nome al Savoia 'presentando' Maglione a Quirico Manca e seguendo la contabilità del sodalizio torrese nel periodo di gestione dell'avvocato partenopeo.


(Redazione)

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi