Conferenza dell’avv. Maglione
Preso Checcucci per la difesa,ma occhio al transfert, Gallo in prova per il centrocampo, in attacco trattativa per una punta centrale.

 

Torre Annunziata - Parole chiare e concise quelle proferite dall'avvocato Maglione nella conferenza stampa tenuta stamattina allo stadio Alfredo Giraud. Sulle prime uscite della squadra non esprime giudizi, poiché ritiene il calcio di Agosto poco utile al fine di esprimere giudizi tecnici. Sul campionato che è alle porte: "Sono 38 partite, è un campionato lunghissimo, è stato concordato con lo staff tecnico, di fare un determinato tipo di precampionato e di preparazione; mi assumo io tutte le responsabilità, sono qui per questo, non partiremo fortissimo, mi dispiace, non prendiamo in giro la gente, certo per arruffianarci la gente e creare entusiasmo sarebbe convenuto partire subito pimpanti e poi?... Ma, visto quanto sarà estenuante questo campionato, per una squadra che lotta per non retrocedere saranno decisivi marzo aprile e maggio, quindi è fondamentale arrivarci in condizioni ottimali. La squadra sta facendo ancora una preparazione durissima, quindi nelle prime partite sarà imballata e lenta a causa dei carichi di lavoro pesantissimi, ma dobbiamo puntare alla resistenza nel lungo periodo, poichè c'è solo una sosta di richiamo nel corso della stagione per rimettere benzina nelle gambe ed è molto breve”. Riguardo al mercato ed al completamento della rosa: "Io sono un deciso sostenitore del concetto che le rose non devono essere troppo numerose, perché così non si creano difficoltà di gestione dello spogliatoio all'allenatore, quindi è più facile gestire un gruppo di 20 calciatori più due portieri, ma ho rivisto il mio pensiero perché questo campionato non lo puoi fare con una rosa così corta, meglio una rosa che arrivi a 23 più 2 portieri. Da domani, infatti, provvederò al tesseramento di Gragnaniello, che sarà l'altro portiere insieme a Santullo e che ho deciso di tesserare perché ha dato risultati positivi a tutti i test fisici che gli abbiamo fatto sostenere. Dunque avremo bisogno di 3-4 innesti, uno per ruolo, andiamo con ordine e partiamo con i difensori: ha 24 anni e si chiama Francesco Checcucci, ha disputato il campionato di serie A sloveno nella Nova Gorica, proviene dal settore giovanile del Chievo, poi ha giocato nel Prato, nella Lumezzane e vanta due stagioni condite da 16 presenze in B con il Crotone, purtroppo però c'è da aspettare il transfert, quindi non sarà disponibile nell'immediato. E' dotato di grande fisicità, alto 1.92 m ed è un forte marcatore nell'1vs1. Centrocampisti: in mediana abbiamo bisogno di giocatori che sappiano recuperare palla, ma siano anche veloci di pensiero e di giocata, per questo abbiamo pensato a Salvatore Gallo, classe '92 proveniente dal Chievo, però abbiamo intenzione di provarlo nelle due amichevoli che si disputeranno e capire se può essere funzionale al nostro sistema di gioco. Attaccanti: prenderemo una punta centrale di esperienza, ha sui 30 anni, ma non vi svelo il nome, perché è una trattativa complessa". L'amministratore unico ha anche espresso idee molto chiare sulla mentalità che i giocatori devono avere, per poter indossare la maglia del Savoia, affermando con fermezza il concetto che, chiunque non sia deciso a restare ed a lottare per la squadra non può far parte del progetto.


(Marco Vetturino)

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi