Conferenza post Savoia - Real Albanova
Le dichiarazioni dei protagonisti della gara

 

Dopo la bella vittoria contro la Real Albanova, i protagonisti della gara si presentano nella sala "Leonardo Sfera" per la consueta conferenza post partita. Queste le dichiarazioni dei protagonisti della gara: Fabiano: sul due a zero essendo loro sempre una squadra temibile chiedevo comunque di tenere alta la concentrazione. Loro hanno giocatori importanti in avanti, ma quando stiamo così mentalmente c'è poco da fare per gli avversari. A Volla abbiamo fatto un primo tempo con un approccio sbagliato nel quale ci siamo fatti picchiare, poi nel secondo tempo invece siamo entrati con un piglio diverso. Contro di noi tutti gli avversari fanno sempre la partita della vita. Dobbiamo andare a Portici con la stessa mentalità, noi non abbiamo da perdere loro si, noi dobbiamo fare la nostra partita con grande umiltà e cattiveria ma anche con grande serenità, il campo dirà chi ha ragione. È da anni che nella mia storia calcistica mi piace far giocare nella posizione davanti alla difesa giocatori forti tecnicamente. È stata una bella partita, loro sono venuti qui a giocarsela e quindi do i meriti anche a loro ma hanno trovato un Savoia oggi davvero mentalmente tre spanne sopra. Guarro ha giocato anche partite importanti in posizioni diverse come anche a centrocampo e ha fatto sempre bene, anche se lo mettessimo in porta, farebbe sempre bene, in questo ruolo da esterno fa ancora la differenza e questo vuol dire che è frutto di un grande lavoro. Pianese è un giocatore di qualità, ho avuto la sfortuna di averlo squalificato quando è arrivato lui e quando sono tornato io in panchina ma è un giocatore importante e può darci tanto. Potenza: se
una squadra esce fuori partita dopo quattro minuti è male, malissimo, il Savoia ci ha messo in difficoltà sotto ogni profilo; mi dispiaxe perché l'avevamo preparata con altri intenti. Oggi è come se non fossimo venuti qui a Torre, penso sia stata la peggiore partita oggi della mia gestione, sapevamo che giocare qui a Torre è difficile per tutti ed anche per l'arbitro. Anche quando abbiamo subito abbiamo provato sempre a venire via con il gioco ma oggi siamo stati disastrosi, anche nella prima parte abbiamo tentato di giocare ma quando perdevamo la palla non la recuperavamo e questo ci ha letteralmente tagliato le gambe, sono furibondo per questo. Abbiamo giocato nella nostra metà campo cercando di eludere i tre davanti del Savoia nella nostra metà campo, ma abbiamo affrettato continuamente le giocate. Oggi abbiamo fatto una pessima figura, potevamo venire qua e giocarcela dietro la palla ma secondo il mio punto di vista abbiamo le caratteristiche per fare meglio. Ogni sconfitta ti fa crescere sotto ogni profilo, la lezione che abbiamo subito oggi deve servire già alla ripresa degli allenamenti, abbiamo bisogno di 4 punti per uscire dalla zona play-out. Il Savoia ha perso un lasso di tempo ma lo ha perso con un classico autogol a mio avviso perché praticava e pratica un gioco importante, all'improvviso poi è capitato un clamoroso autogol, ma la fortuna prende e restituisce, oggi ha restituito qualcosa al Savoia. Guarro: la cosa importante era vincere al di là della prestazione personale, sono contento per Gennaro che ha fatto due gol. Per domenica la prepareremo come abbiamo preparato le altre, sarà una partita bellissima per noi calciatori, ce la possiamo giocare a due punti quindi è ancora più bello. Certamente senza tifosi non è calcio perché una partita del genere senza tifosi ospiti è l'anti calcio. Forse da quando è tornato Fabiano abbiamo ritrovato la voglia di dimostrare sempre di più. Esposito: era il secondo rigore per me. È stato l'approccio alla partita che ha fatto la differenza, ne abbiamo parlato ed oggi è stato proprio così, quando la sblocchi subito ti aumenta sicuramente l'autostima. La voglia di voler vincere e crederci fino alla fine fa la differenza; la risposta migliore è sul campo e darle a chiacchiere senza fare i fatti diventi ridicolo invece devi mettere a disposizione le tue qualità a servizio della squadra. Sabato sarà il Portici ad avere tutto da perdere, noi ad oggi siamo secondi loro invece a detta di tutta la Campania hanno già vinto il campionato, andremo lì con la consapevolezza di essere in costante crescita e con la consapevolezza di avere un grande pubblico alle spalle anche se purtroppo forse non ci sarà. Pianese: penso che da quando sono venuto qua la cosa più importante sia stata trovare la vittoria, al di là delle giornate di squalifica che sono state forse un po esagerate, dobbiamo guardare avanti e vincerle tutte ed io farò di tutto per far sì che succeda. Non so se sia stata la migliore prestazione da quando sono stato qui, siete voi giornalisti a giudicarlo, io darò impegno massimo sempre per cercare di vincerle da oggi tutte quante. Chi gioca a calcio sa che deve competere con altre persone e quando c'è tanta concorrenza esce fuori la qualità e significa che è un gruppo vincente e che si possono fare cose importanti.

(Marco Vetturino )

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi