ESCLUSIVA. Gallo spiega il suo addio
"Le parole della società non mi hanno convinto"

 

Torre Annunziata - Salvatore Gallo è un calciatore del Melfi. Il trasferimento del torrese alla squadra lucana non è stato accettato di buon grado da una parte dei tifosi del Savoia che hanno sfogato sui social network il proprio dissenso, definendo come un tradimento il suo passaggio ai neroverdi.

Oplontini.com ha raggiunto in esclusiva il calciatore che ha spiegato le motivazioni del suo trasferimento.

"Il Savoia rimane la mia squadra del cuore, sono pur sempre un torrese. Purtroppo, però, non c'erano più i presupposti per continuare: il calcio per me è un lavoro e vivo di quello. Ho preso una decisione sofferta: ero venuto al Savoia accontentandomi di uno stipendio più basso di quello di Venezia solo perché ero fiero di indossare la maglia bianca e realizzare un sogno di quando ero bambino. E quella maglia l'ho sudata fino all'ultimo giorno".

Neanche i cambiamenti in seno alla società col ritorno della Segesta hanno convinto Gallo a restare a Torre.

"Spero che il Savoia si salvi, mi auguro sempre il meglio per la squadra della mia città. Ho avuto diversi colloqui con la società ma onestamente le loro parole non mi hanno convinto".

Quello di Gallo, tuttavia, potrebbe non essere un addio...

"Spero che questo sia solo un arrivederci e che in futuro io possa indossare nuovamente la casacca bianca. Qui ho provato tantissime emozioni e vorrei ringraziare tutti i tifosi che mi hanno sempre sostenuto ed incoraggiato. Vi saluto con un Sempre Forza Savoia!"


(Redazione)

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi