Finale di Coppa Italia Savoia - Nola 5 - 3 dopo i calci di rigore
I bianchi portano a casa la vittoria e la Coppa Italia dopo i calci di rigore

 

 

Pagani, 15/02/2018

Al Marcello Torre di Pagani l’atmosfera per la finale di Coppa Italia, Savoia – Nola, è quella che i tifosi oplontini non respiravano da molti anni, precisamente dal 2012, quando al Partenio di Avellino, i bianchi dell’allora mister Vitter conquistarono il trofeo sconfiggendo in finale l’Agropoli.

Il tecnico dei bianchi Fabiano per portare a casa la finale si affida all’ormai consueto 4-3-3 con il terzetto d’attacco titolare composto da Caso Naturale, Fava e Di Paola; a centrocampo il giovane prescelto per sostenere insieme agli stoici titolari Liccardo e De Rosa è Simone Del Prete.

Anche mister Liquidato per battere l’armata biancoscudata sceglie il 4-3-3 con Gioventù e Falivene chiamati ad occupare le due fasce esterne nella difesa condotta dal capitano e veterano Schioppa e dal più giovane Lenci. Nel trio d’attacco il Nola fa affidamento sul giovanissimo Colonna a sostegno di Sacco e Zaccaro.

 

IL TABELLINO

Savoia 1908 – S.S. Nola 1925 1 - 1

Marcatori: Caso Naturale (7’pt Sa), Scielzo (10’st No).

FORMAZIONI

Savoia 1908 (4-3-3): Pezzella (’99) (dal 19’sts Gallo), Liguori (’00), Di Girolamo (dal 18’pt Allocca), Riccio, Sardo; Del Prete F. (’00), De Rosa (dal 17’sts Pappagoda), Liccardo; Di Paola (dal 16’st Galizia), Fava (dal 31’st Esposito), Caso Naturale.

A disp.: Gallo, Allocca, Liguori, Palmieri (’98), Galizia, Pappagoda (’00), Esposito.

All.: Franco Fabiano.

S.S. Nola 1925 (4-3-3): Avino, Gioventù (’99) (dall’8’pts Cossentino), Lenci, Schioppa (dal st Mocerino), Falivene (’00); D’Abronzo, Vaccaro (dal 12’pts Falanga), Sacco; Colonna (’98) (dal 41’st Tagliamonte), Zaccaro, Scielzo.

A disp.: Esposito (’00), Mocerino, Falanga, Tagliamonte (’99), Cossentino (’98), Improta,.

All.: Stefano Liquidato.

Arbitro: Carlo Esposito di Napoli.

NOTE

SPETTATORI: circa 3.000 di cui 1.800 da Torre Annunziata. AMMONITI: Allocca (Sa), Scielzo (No), Sacco (No), Falanga (No), Falivene (No) ESPULSO: Scielzo (No) CALCI D'ANGOLO: Sa 6 – No 4

CRONACA

PRIMO TEMPO

Al 5’ Zaccaro conclude da fuori area ma Pezzella respinge in calcio d’angolo.

Al 7’ Caso Naturale controlla perfettamente il lancio, se la sposta sul sinistro e conclude in rete l’uno a zero per i bianchi.

Al minuto 11 Di Girolamo respinge un forte colpo di testa da calcio d’angolo di Sacco.

Al 18’ Di Girolamo è costretto a lasciare il campo per una forte botta subita proprio nell’azione successiva al salvataggio compiuto, al suo posto entra il veterano Allocca.

Al 27’ Del Prete dopo essersi disteso bene sulla fascia sinistra serve un preciso cross per Fava che di testa non trova per poco la rete del due a zero.

Dopo aver assegnato due minuti di recupero il direttore di gara manda le squadre a prendere un thè caldo negli spogliatoi sul parziale di 1 a 0 per in favore dei bianchi.

 

SECONDO TEMPO

Al 5’ Vaccaro conclude con un destro teso e forte di prima e la sfera sfiora il palo alla destra di Pezzella.

Al 10’ il Nola pareggia con Scielzo che sfrutta un cross dalla sinistra messo forte e teso e con la gamba insacca in rete l’uno a uno.

Al 18’ Fava sfiora la rete quando, dopo essersi girato in area di rigore ed aver vinto un rimpallo, spedisce addosso ad Avino la apparentemente facile conclusione a rete.

Al 28’ Galizia pescato tutto solo dall’ennesimo perfetto cross di Caso Naturale sbaglia la mira e non trova la rete.

Al 42’ Esposito sfiora la rete con un destro in area di rigore sul quale Avino compie una gran parata.

Dopo i 4 minuti di recuperi assegnati dal direttore di gara si chiudono i tempi regolamentari; Savoia Nola, gara di finale di Coppa Italia, passa ai supplementari.

 

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE

Al 2’ pronti via Caso Naturale trova Esposito con un altro cross perfetto ma sul colpo di testa Avino si supera e respinge con un a gran parata.

Dopo 15 minuti, compresi i due di recupero, di gioco poco spettacolare con le due compagini visibilmente provate da una gara dura, il direttore di gara fischia il termine del primo tempo supplementare, si cambia campo.

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE

Al 4’ minuto De Rosa si libera per la conclusione e calcia forte verso Avino che però è attento e respinge alla sua sinistra in corner.

Al 7’ Scielzo l’arbitro espelle Scielzo per una gomitata data a Del Prete e segnalata subito dal quarto uomo.

Al minuto 11 Esposito conclude a rete da calcio d’angolo ma il guardalinee ferma tutte le esultanze già iniziate dei bianchi ed annulla per fuorigioco di De Rosa che aveva coperto Avino.

Dopo 4 minuti di recupero termina anche il secondo tempo supplementare, si va ai rigori.

 

RIGORI

Galizia a segno, 1 a 0.

Zaccaro spiazza Gallo 1 - 1.

Caso Naturale spara sulla traversa e sbaglia.

Sacco calcia forte ed alto, 1 a 2 per il Nola.

Sardo a segno, 2 a 2.

Gallo para su Mocerino, 2 a 2.

Esposito la piazza alla sinistra di Avino, 3 a 2.

Gallo respinge la conclusione di Falanga, 3 a 2.

Riccio calcia centrale e manda in visibilio i tifosi del Savoia!

I bianchi conquistano la Coppa Italia imponendosi per 4 a 2 ai rigori e per 5 a 3 nel complessivo!


(Marco Vetturino)

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi