Interviste post gara
Le parole dei protagonisti

 

 

Nelle interviste post gara il primo a presentarsi è un amareggiato Sarnataro, mister del San Giorgio visibilmente deluso per la sconfitta; dopo di lui un entusiasta Fabiano che elogia la grande prestazione dei suoi evidenziando i pochissimi errori dei suoi. Le parole dei due tecnici sono poi seguite da quelle di Tulimieri e De Falco, autori tutti e due della prima rete in maglia bianca stagionale.

Queste le dichiarazioni dei diversi protagonisti:

Sarnataro: un passo indietro e il risultato lo testimonia, non ho visto la squadra capace di affrontare la gara per quelle che sono le sue caratteristiche; partire così in un campo come il Giraud sicuramente fa male e ha dato coraggio al Savoia. In questo momento è presto per dire che il Savoia può vincere il campionato, in questo momento il Savoia è alla pari con altre squadre, sicuramente in questo momento i risultati aiutano però bisogna vedere nei momenti difficili, è li che si vincono i campionati. Ancora dobbiamo decidere da grandi cosa vogliamo fare, alla quarta giornata è ancora presto, dobbiamo vedere anche le altre dove arrivano, gli obiettivi vanno calcolati sempre in relazione anche agli investimenti che si fanno anche se in campo vanno i calciatori non gli investimenti però secondo me bisognerà valutare più avanti.

Fabiano: il San Giorgio ha sicuramente un tasso tecnico importante ma abbiamo fatto una grande partita, siamo arrivati diverse volte a tu per tu con il portiere e non siamo riusciti a chiudere a rete. Non dimentichiamo che mancavano cinque sei elementi, e quindi questi ragazzi vanno solo lodati. Tulimieri l'ho cambiato perché per ora può fare massimo cinquanta minuti, quindi visto che eravamo in vantaggio lo abbiamo potuto togliere. È un ragazzo che sta da 14-15 giorni con noi e certamente non possiamo spremerlo, ma se la partita fosse stata ancora in bilico non l'avrei mai tolto. In certi momenti dobbiamo sapere anche difenderci, non ho rischiato Infimo perché la partita era sui binari giusti. Guarro non giocava in quel ruolo da una vita e lo ha fatto in maniera egregia quindi è davvero encomiabile, così come devo elogiare Panariello che pure è arrivato da poco e ci ha dato una grossa mano. Abbiamo un gruppo importante, ieri avevo detto che non parlo degli assenti proprio perché sono convinto che abbiamo un grande gruppo, ora dopo la partita posso parlarne. L'ultimo quarto d'ora del primo tempo ci siamo abbassati e abbiamo sbagliato ma senza subire mai nessuna occasione importante. Tulimieri è un tipo di giocatore che per quello che fa è facile che il pubblico se ne innamori, se mi ascolta di più ed ancora di più che bello diventa ancor più efficace di come già è, ancora meglio sicuramente, ma siamo sulla buona strada. L'azione del secondo gol è stata eccezionale e da questo punti di vista sono soddisfatto, solo che dobbiamo essere più cattivi nel chiudere la partita e non tenerla in bilico. Nel primo tempo abbiamo avuto diverse palle gol e potevamo chiuderla lì, ma devo fare i complimenti per come sono entrati nel secondo tempo i ragazzi, davvero cattivi agonisticamente. Man mano stiamo acquisendo anche la condizione, stiamo accorciando il tempo che abbiamo perso in partenza per essere partiti tardi. Lucignano ha aiutato molto per impegno, per attaccamento e ha fatto una grande partita, penso non abbia sbagliato quasi nulla. Ho sempre fiducia nei miei ragazzi, cerco di farli entrare con tranquillità e cattiveria.

De Falco: è una bellissima sensazione aver fatto gol e ringrazio la squadra di avermi messo in condizione di fare il gol è assolutamente un'emozione. A livello di gruppo l'anno scorso il gruppo era fortemente condizionato dalle vicende societario, quest'anno invece ci troviamo veramente molto bene, quindi sin dai primi giorni di ritiro è stato tutto diverso. Al momento del gol io ho avuto una spinta forse non essendomi buttato a terra, l'arbitro non l'ha notata.

Tulimieri: un pubblico del genere merita prestazioni importanti, sono stato già in una piazza così importante quando avevo 18 anni, mi fa molto piacere che il pubblico abbia apprezzato la prestazione. Noi siamo calciatori e dobbiamo dare il massimo sempre, cerchiamo comunque di fare il nostro lavoro, per me è un piacere fare questo lavoro e quindi cerco sempre di farlo al massimo. Con Esposito ci siamo parlati non c'è stato alcun battibecco. Questa categoria non mi sta stretta comunque l'ho fatta e sono partito da qua, quando non ti senti pronto e magari non stai bene fisicamente magari un passaggio non lo rischi quindi per questo a volte eccedo in questi leziosismi nelle condizioni attuali.


(Marco Vetturino )

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi