Luce sulla trasferta vietata: "Si chiudono settori con troppa semplicità"
Per il patron del Savoia è una decisione incomprensibile

 

Torre Annunziata - "Sono molto dispiaciuto ma purtroppo in questa categoria è troppo semplice vietare le trasferte". Questo il primo commento a caldo del presidentissimo Lazzaro Luce, raggiunto telefonicamente per un parere sulla notizia che stamattina Oplontini.com ha divulgato in via ufficiale.

Parliamo, ovviamente, del divieto di trasferta imposto ai tifosi di Torre Annunziata relativamente alla gara tra Orlandina e Savoia in programma domenica prossima al "Micale".

"Per la verità - prosegue Luce - avevo già trovato assurda la decisione di vietare l'accesso al Giraud ai tifosi di Cava Dei Tirreni nonostante il nostro impianto è tra i più sicuri: a questo punto - sbotta il patron - possiamo anche chiudere gli stadi e giocarle tutte a porte chiuse"

E' un Lazzaro Luce vistosamente dispiaciuto, dispiacere condiviso da tutti i tifosi che già stavano organizzando la prima trasferta siciliana. "Purtroppo non posso fare nulla: devo accettare la decisione anche se non la condivido affatto. Stiamo facendo tanti sforzi che vengono vanificati. Sono amareggiato, specialmente per i nostri tifosi, sino ad adesso irreprensibili: avevo parlato con il presidente dell'Orlandina, sarebbe stata una giornata all'insegna dello sport e invece ci ritroviamo a commentare questi divieti incomprensibili.".

Se la decisione di vietare la trasferta dei metelliani può essere in parte giustificata dall'antica rivalità sportiva che intercorre tra le due piazze, sembra davvero assurdo questo divieto. Tra tifosi di Orlandina e Savoia, infatti, non c'è alcun astio. La decisione pare sia giustificata dlla possibilità che i supporters oplontini possano incontrare lungo il tragitto tifosi rivali. 

"E' veramente assurdo e la cosa grave è che decisioni di questo genere non dipendono dai tifosi ma da chi, con troppa semplicità, ignorando le buone intenzioni dimostrate, infligge divieti invece di assumersi responsabilità".

Luce è con i tifosi.

"Vorrei esprimere la mia solidarietà al tifo organizzato. Devo rispettare la decisione pur non condividendola. Una partita di calcio è bella anche per il confronto tra le tifoserie: mi viene quasi voglia di dire restiamo tutti a casa..."


(Nello Sorrentino)

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi