Savoia-Marcianise. Il pagellone di Oplontini.com
Maiellaro e Del Sorbo i migliori.

 

Maiellaro 8: grande prova per il portierone oplontino che potrebbe significare qualificazione nella rappresentativa di Serie D. Dopo aver atterrato Tenneriello in area al 18’pt si riscatta parando il rigore a Iadaresta. Poi, nella lotteria dei penalty, Luigi regala la vittoria al Savoia respingendo il tiro dal dischetto di Temponi. SUPERMAN
 

Mocerino 6: Seppur soffre per la presenza di un ottimo Di Ronza il giovane terzino salva il Savoia respingendo sulla linea una conclusione di Citro che comprometterebbe definitivamente la gara. Complice sul nuovo vantaggio ospite quando si fa anticipare di testa da Allegretta. Gioca col cuore. SUFFICIENTE
 

Criscuolo 5: Per il difensore ex Gladiator, partita da dimenticare, non riesce mai ad avere la meglio sullo smagliante Tenneriello al quale regala la palla in occasione del primo penalty del match azzardando di testa un retropassaggio a Maiellaro. Sicuramente non è al top della condizione. CARENTE 
 

Terracciano 4,5: il “Super Mario” che conosciamo non è sicuramente quello visto contro il Marcianise. Probabilmente non ha ancora recuperato dal periodo di stop. Stavolta non garantisce sicurezza nel reparto difensivo dei bianchi e sembra non intendersi a meraviglia con Criscuolo. Nella lotteria dei rigori, manco a farlo apposta, è l’unico a sbagliare regalando il pallone a qualche tifoso in curva. CONVALESCENTE
 

Panariello 5,5 : Perreca, prima, e Ciano, poi, non sono sicuramente avversari facili da gestire e si è visto. Titolare per la prima volta davanti al pubblico amico, sicuramente ha sentito la pressione. Primo tempo insufficiente, ripresa in salita per il terzino classe ‘93. DA RIVEDERE
 

Ruscio 6: Dagli spalti qualcuno ha detto che merita la maglia titolare. Sicuramente ha lottato con la sua solita grinta durante tutti i 90 minuti il catenaccio a centrocampo dei ragazzi di Foglia Manzillo gli crea non pochi grattacapi. TENACE (dal 24’st Meloni 7: il bomber entra e, acclamato dal pubblico torrese, risponde alla grande impegnando ripetutamente il portiere ospite e siglando la rete del pareggio a tempo scaduto. Non sbaglia neanche dal dischetto per la gioia della curva. IDOLO)
 

Di Pietro 6: Con difficoltà gestisce la fase difensiva, lasciando spesso solo il povero Ruscio nei contropiedi ospiti e sbaglia qualche passaggio di troppo. Gli riesce meglio, al contrario, la manovra offensiva. Sfiora il goal quando, servito da Longo, calcia a volo un rigore in movimento, ma la palla finisce alta. Come spesso Feola ricorda, meriterebbe di stare di più in campo. VALIDO
 

Bizzarro 5,5: Gran corsa, gran cuore, ma nulla di più. Si intestardisce più volte volendo trovare la via del goal, gioca parecchio a testa bassa cercando spesso e volentieri la conclusione in porta, persino dai corner. Quando alza la testa, invece, diventa pericoloso, lo salva dall’ insufficienza piena, infatti, l’assist per Del Sorbo in occasione del pareggio oplontino. (dal 24’ st Scarpa 7: il capitano, il cui ingresso addirittura è richiesto dal pubblico di casa, non smentisce, giocando 25 minuti da leone. Offre un pallone d’oro a Meloni, sciupato, e trova l’opposizione di Imbimbo su azione personale. Spesso ripiega in difesa, aiutando la squadra e poi regala il passaggio di turno ai bianchi siglando l’ultimo rigore di fronte alla “sua” curva. THE CAPTAIN)


Longo 5: Prestazione sottotono per l’esterno dei bianchi. Solo al 20’ pt si rende pericoloso con un colpo di testa deviato in angolo alla grande da Imbimbo, poi due cross in un’ora sono davvero pochi. DELUDENTE (dal 13’st Tiscione 6: dal “folletto siciliano”forse si aspettava qualcosa di più, il suo ingresso poteva essere più esaltante, invece Pippo si limita a fare il suo dovere aiutando anche la manovra difensiva. PARTECIPE)


Esposito 6: Buona la prova del gioiellino classe 95. Rispetto agli esperti amici di reparto è l’unico che riesce a far salire la squadra, sfortunato sotto porta ma grande spirito di sacrificio. Un pochino spento nel primo tempo, sale in cattedra nella ripresa. È lui che innesca l’azione finale che favorisce il pareggio di Meloni. DISTINTO


Del Sorbo 7,5: L’attaccante oplontino sfodera forse la migliore prestazione. L’Eurogoal (stop e rovesciata), in occasione del primo pari, sintetizza la sua grande prova. Come se non bastasse offre l’assist decisivo per Meloni per il 2 a 2. Freddo dal dischetto nella fase finale dei rigori. Sarà dura tenerlo in panchina. SUPERLATIVO


(Gianfranco Cirillo)

 
CONSIGLIA O LASCIA UN COMMENTO
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare in questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi